Cerca tra i nostri immobili

SEMBRA FINITA LA CRISI NEL SETTORE IMMOBILIARE

La crisi del mattone, che per tanto tempo ha minato la stabilità delle aziende operanti nel settore immobiliare, sembra finalmente destinata ad esaurirsi a breve. L’ennesima nota positiva in questo senso è giunta poche ore fa da Scenari Immobiliari che ha reso pubbliche le sue previsioni ottenute dall’analisi dei dati contenuti nel periodico European Outlook 2016.

A favorire l’uscita dal buissimo tunnel in cui il mercato si è trovato a navigare dallo scoppio della bolla dei mutui sub prime americani in poi, sono una serie di concause; in primis un dato di fatto e sostanziale, ovvero la maggiore  facilità di accesso ai finanziamenti per l’acquisto della casa che, soprattutto da inizio anno, ha consentito a molti italiani di presentarsi in banca per richiedere (e ottenere) un mutuo. In secundis una generale sensazione di ottimismo diffuso e la netta percezione che la crisi economica sia ormai giunta agli sgoccioli e, ultimo ma non meno importante, l’aumento di interesse e relativa domanda per immobili italiani da parte di cittadini di altre nazioni.

L’incremento atteso nelle compravendite, si legge ancora nel documento redatto da Scenari Immobiliari, dovrebbe portare a chiudere il 2016 con oltre 500.000 compravendite, un valore finalmente rassicurante. Questi numeri, però, si avranno anche perché i prezzi non stanno salendo e, anzi, in virtù della bassa inflazione media registrata nel continente, continueranno a non crescere.

Fanno riflettere le parole di Mario Breglia, Presidente di Scenari Immobiliari, che ha sottolineato come già nello scorso decennio il mercato del mattone era stato risollevato dagli acquisti di case fatte da cittadini stranieri immigrati e, ha continuato, una corretta politica dell’accoglienza e del lavoro potrebbe essere la chiave vincente anche questa volta.

 

(fonte immobiliare.it)